The Babbel Blog

Learning and language

Perché l’età non è una barriera allo studio delle lingue

Posted on October 22, 2014 by

Neuroplasticità

“Per me, la vecchiaia è sempre quindici anni più in là della mia età attuale”.
– Bernard Baruch, finanziere e filantropo americano.

Cari lettori, siete ancora nel fiore dell’adolescenza? O magari ventenni scattanti e pieni di energia? Avete un lungo futuro dispiegato davanti a voi come un maestoso tappeto persiano?

Buon per voi. E ora via, sparite e andate a leggere qualcos’altro!

Oh, così va meglio. Ora che i giovinastri se ne sono andati, possiamo parlare di un argomento alquanto delicato: se è possibile imparare una nuova lingua quando si ha una certa età. Possono i più anziani tenere a mente tutto quel nuovo vocabolario? O imparare nuove strutture grammaticali? È mai troppo tardi per iniziare? (more…)

Come impariamo le lingue: il “metodo militare” 

Posted on October 8, 2014 by

metodo audio-orale

Mia nonna imparò il francese a scuola in Australia verso la fine degli anni 1950. Lo studiò diligentemente per anni e l’unica frase che ricorda perfettamente ancora oggi è questa:

La plume de ma tante est dans le jardin avec le lion.

Per chi non avesse mai avuto il piacere (o conosciuto la fatica) di studiare il francese, significa: “la penna di mia zia è nel giardino con il leone”. Una frase che non capita certamente di usare in una normale conversazione. Mia nonna non era l’unica ad averla imparata a memoria: “la plume de ma tante” era proverbiale come simbolo degli aspetti più ridicoli dello studio delle lingue straniere, tanto che nel 1958 la rivista LIFE Magazine la definì “la frase più idiota e inutile nei libri di testo di francese per principianti”.

Tra le tante splendide qualità di mia nonna non figura certo una buona memoria. Le capita non di rado di non trovare più gli occhiali, cercarli dappertutto e poi scoprire di averli messi in frigo. Ora ha più di ottant’anni. Eppure…come mai si ricorda così bene quella frase? (more…)

La sfida degli scioglilingua

Posted on October 1, 2014 by

scioglilingua

Quando si sta imparando una nuova lingua, gli scioglilingua sono un ottimo modo per esercitarsi nella pronuncia. Gli scioglilingua sono frasi o serie di parole difficili da pronunciare. Spesso hanno suoni simili che si alternano, come “s” e “sc” o “p” e “b”. Di solito sono frasi senza senso, ma un classico della lingua inglese, “She sells sea shells on the sea shore, and the shells that she sells are sea shells, I’m sure”, era in realtà una canzone popolare del 1908 basata sulla vita di Mary Anning, una celebre raccoglitrice di fossili e paleontologa britannica.

Abbiamo selezionato otto dei nostri scioglilingua preferiti in varie lingue (inglese, tedesco, italiano, francese, danese, svedese, turco e russo) e li abbiamo trasformati in brevi video animati. Riuscite a pronunciarli? (more…)

Lo Zen e l’arte di imparare le lingue

Posted on September 17, 2014 by

felicità

Nel cuore di Hanoi, in Vietnam, c’è un lago a cui si arriva da più strade che confluiscono a formarvi un cerchio intorno. Quando cala la sera e si attenua la calura soffocante della città, la gente inizia ad arrivare sui motorini e gira intorno al lago, di continuo, senza una meta precisa. A volte faccio anch’io un giro intorno al lago e sento l’aria che mi accarezza il viso. (more…)

La rentrée, un fenomeno culturale

Posted on September 4, 2014 by

il rientro

Proprio come in Italia, anche in Francia il mese di settembre fa da teatro a un’attività frenetica: la rentrée, il rientro.

Questo concetto, sconosciuto in molte altre lingue, racchiude in sé una moltitudine di aspetti. Gli studenti di tutto il paese tornano sui banchi di scuola. Gli uffici riaprono. La gente torna al lavoro. I negozi propongono offerte speciali. Un macchinario gigantesco si rimette in marcia mentre il paese lascia scivolare via lo spirito delle vacanze e si prepara psicologicamente all’inizio del nuovo anno. (more…)

Come creare una nuova abitudine di studio in 3 fasi

Posted on August 29, 2014 by

abitudine di studio

Sapere come si crea una nuova abitudine di studio è fondamentale per i propri obiettivi di apprendimento a lungo termine. Ecco perché negli ultimi mesi ci siamo interessati ai metodi per sviluppare nuove abitudini. Come possiamo stimolare la creazione di nuove abitudini che aiutino a mantenere l’interesse e l’impegno nell’imparare una lingua? (more…)

Il quiz degli stereotipi russi

Posted on August 20, 2014 by

Il quiz degli stereotipi russi

In occasione del lancio del nuovo corso di russo offerto da Babbel, abbiamo voluto mettere alla prova dei fatti alcuni dei più classici stereotipi sulla Russia e i suoi abitanti. Per farlo, abbiamo prima dato un’occhiata alle statistiche e poi chiesto a Larisa Bulanova, redattrice dei contenuti in russo per il nostro Didactics team, di darci la sua prospettiva da madrelingua.

I cliché da verificare vi suoneranno familiari: è vero che i russi bevono vodka come se non ci fosse un domani? Fa ovunque così freddo come nell’inverno siberiano? In Russia si rischia davvero di finire mangiati dai funzionari statali o di farsi spennare dagli orsi? (Un momento, forse era il contrario…)

Clicca qui per iniziare il quiz.

 

Stili di apprendimento – qual è il vostro?

Posted on August 13, 2014 by

stili di apprendimento

Immaginatevi questa scena: un piccolo, simpatico alieno vi ferma mentre state andando a casa. È sceso sulla Terra alla disperata ricerca di un buon caffè. Il destino di milioni di abitanti del suo pianeta dipende dalla sua missione: riuscirà a tornare lassù con una caffettiera e le istruzioni per come usarla? Ovviamente, vi offrite volentieri di dargli una mano.

Che fate? (more…)

Qual è l’accento più sexy del mondo?

Posted on August 6, 2014 by

l’accento più sexy

Le grandi domande dell’estate sono le stesse da Babbel come sotto l’ombrellone: tornerà la pace in Medio-Oriente? Il riscaldamento globale esiste davvero? E soprattutto: qual è l’accento più sexy del mondo?

*ahem*

(more…)

C’è un nesso tra i sogni e l’apprendimento delle lingue?

Posted on July 9, 2014 by

sogni

Vi siete mai chiesti quale sia il legame tra sognare e imparare le lingue?

Vi è già capitato di sognare in una lingua straniera? In genere è considerato un segno che avete raggiunto un buon livello di padronanza. Negli anni ‘80, lo psicologo canadese Joseph De Koninck osservò che gli studenti di francese che iniziavano prima a sognare in francese facevano progressi decisamente più rapidi. Sorge la domanda: imparavano più in fretta perché sognavano in lingua, o sognavano in lingua perché imparavano più in fretta?

Psicologi e neuroscienziati si sono finora cimentati in varie ricerche sul rapporto tra sogni e apprendimento linguistico, ma è difficile definire con precisione cosa succede mentre si sogna. Alcuni dicono di parlare bene nei sogni una lingua che nella vita reale conoscono appena. I sognatori sono testimoni inattendibili.

(more…)