The Babbel Blog

Online Language Learning

I consigli di studio di Anne

Posted on May 30, 2011 by

AnneAnne Matthies è la responsabile del servizio di assistenza clienti di Babbel. Nel 1997 ha iniziato a studiare con passione le lingue straniere e da allora non ha più smesso. Finora ha raggiunto livelli avanzati in italiano, inglese, francese, russo e cinese. In questo testo ha raccolto undici consigli che l’hanno aiutata in modo particolare ad imparare le lingue straniere.


1. Fatti un piano di studio e non attenerti ad esso

“Io no parlare italiano” lo capisce chiunque. Per una vacanza è sufficiente sapersi esprimere così, durante una telefonata di lavoro invece una frase simile risulterebbe alquanto imbarazzante. Quale obiettivo vuoi raggiungere? Vuoi imparare la lingua straniera per lavoro o per una vacanza? Per vantarti, per fare per una volta qualcosa di diverso dal solito o per pensare per una volta in modo diverso? Prefiggiti prima di tutto il tuo obiettivo. Fai un piano di studio: quanto tempo vuoi dedicare alla nuova lingua e cosa vorresti fare come prima cosa?

Non attenerti al tuo piano.

Oggi preferisci studiare il congiuntivo oppure i segni zodiacali anche se in realtà non ti servono a niente? Divaga pure! Goditi il tuo excursus! Vola col pensiero! Il tuo piano è come un bastone che ti aiuta a stare in piedi quando le tue ali si affaticano. Hai bisogno del tuo piano solo nel caso in cui non ti venisse in mente nient’altro. Cambialo ogni volta che vuoi.


2. Non avere fretta di imparare a parlare (se hai tempo)

Se hai tempo per imparare in tutta tranquillità la tua nuova lingua, inizia a parlarla solo quando sarai tu a volerlo veramente. Prima ascoltala semplicemente. Prima o poi sarà la nuova lingua a volere improvvisamente uscire dalle tue labbra e tu non potrai fare a meno di imitare finalmente questi strani suoni.

Quando una parola nasce dentro di te senza alcun tipo di pressione, è come se la parola fosse proprio tua. Non potrò mai dimenticarmi di quando, in modo assolutamente inaspettato, dopo mesi di solo ascolto, improvvisamente iniziai a parlare cinese nella vasca da bagno. Non lasciarti sfuggire questo brivido.


3. Il tuo modo di imparare cambia costantemente

Spesso si parla di persone più portate ad imparare tramite l’udito piuttosto che la vista oppure tramite altri sensi ancora. A volte tu stesso sei più portato ad imparare in un modo piuttosto che in un altro. La tua predisposizione ad imparare in un certo modo in realtà cambia così spesso come il tuo umore. Cerca di capire cosa riesci a fare meglio di volta in volta. Magari una volta preferisci semplicemente chiudere gli occhi e ascoltare qualcosa. Un’altra volta invece è come se immagini e lettere ti saltassero addosso. Un’altra volta ancora vorresti disegnare le parole nuove e pronunciare, scrivere o cantare tu stesso. E altre volte vorresti fare tutto ciò contemporaneamente.


4. Impara i modi di dire fin dall‘inizio

I proverbi e i modi di dire sono il sale nella zuppa della lingua straniera. Cerca tu stesso fin dall’inizio espressioni idiomatiche che ti fanno particolarmente ridere. Immaginati che cosa significa letteralmente “laid back, “down to earth” oppure “avere la testa tra le nuvole”. Traduzioni letterali in questi casi servono spesso a ben poco, ma sono molto divertenti. “Sono venti anni vecchio” dicono i tedeschi letteralmente per “ho vent’anni”. Ridi a crepapelle, raccontalo ai tuoi amici. Queste piccole differenze ti danno la sensazione di entrare nella mentalità della lingua, ti arricchiscono e ti danno la carica giusta per continuare.


5. Sii te stesso

Non limitarti a studiare situazioni date. Di cosa parli nella tua madrelingua? Di cosa ti interessi? Cosa ti dà fastidio? Puoi ricordarti più facilmente come si dice qualcosa nella tua lingua di studio, se lo vuoi dire veramente.


6. Ogni tanto allontanati dal computer

Le flashcard e il sistema di ripasso sono fantastici. Ma a volte spegni comunque il computer e cerca di ricordarti quello che hai imparato senza il suo aiuto. Ripassa mentalmente quello che hai studiato. Prenditi tutto il tempo che vuoi. A volte una parola ti può venire in mente solo dopo minuti. Però noterai tu stesso la differenza: quello che riesci a ricordarti da solo senza aiuti esterni, rimane impresso nella tua memoria in modo molto diverso.


7. Non rinchiuderti in camera

Se rimani seduto tutto il tempo sempre sulla stessa poltrona a ripassare sempre le stesse identiche frasi, non sorprenderti se una volta per strada non riuscissi a ricordartene nemmeno una. Porta la lingua straniera in giro con te, dovunque tu vada. Ordina il tuo piatto preferito nella lingua straniera anche nel tuo locale abituale. Se viaggi coi mezzi di trasporto, immaginati di non avere il biglietto e di doverlo spiegare al controllore.


8. Canta!

La grammatica s’impara a meraviglia cantando canzoni pop. Cerca delle canzoni canticchiabili nella tua lingua di studio. Ascoltale e cantale, con e senza cuffie, sotto la doccia, in macchina e in bicicletta.


9. Ritagliati delle situazioni per parlare la lingua straniera

Studi francese? Trascorri una giornata francese! Ascolta la radio francese, guarda film francesi, cucina piatti francesi, leggi un giornale francese e cerca le ultime parole che hai imparato su google.fr. E non avvilirti nel caso dovessi capire solo una minima parte. Attacca post-it con il nome in francese a tutti gli oggetti e i mobili che hai a casa tua, parla da solo e datti degli ordini in francese.


10. Abbi il coraggio di fare errori!

Vuoi parlare una lingua straniera? Niente ti ostacola maggiormente di un perfezionismo precoce. Abbi il coraggio di sbagliare tutto e scrivi, canta o inizia a borbottare semplicemente senza senso quello che ti viene in mente! Una nuova espressione diventerà tua solo se la usi. Che tu la usi in modo corretto, all’inizio non importa. Scoprirai di poter imparare tantissimo dai tuoi stessi errori; devi solo avere il coraggio di farli.

Se fai fatica ad accettarlo, ricordati del fatto che accenti, pronunce sbagliate ed errori di grammatica che hai sentito da altri ti hanno probabilmente semplicemente fatto sorridere. Sarebbe un peccato se la tua amica francese improvvisamente parlasse italiano senza errori e senza quell’affascinante accento francese, o no?


11. Non arrenderti

Imparare una nuova lingua a volte ti dà la sensazione di essere masochista. Come si fa alla svelta a dimenticarsi quello che si è imparato! Ancora una volta non sei riuscito a fare niente da giorni! Eri così contento di avere imparato così tante cose nuove e ora invece non capisci più una parola!

Purtroppo questo fa parte del gioco ed è assolutamente normale. Non farti scoraggiare. Lamentati, arrabbiati, impreca pure. Ma non mollare. Vedrai che tornerai a sorridere, a chiacchierare e a gioire di nuovo. Imparare una nuova lingua significa aprirsi ad un nuovo mondo. Conquistalo con piacere.


E tu? Cosa ti aiuta nello studio? Dacci la tua opinione! Partecipa al nostro intrigante sondaggio sui tipi di studio Rispondi al sondaggio


L’articolo originale in tedesco

Tweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

Comments

[...] post in: German (Deutsch) (original) French (Français) Italian (Italiano) // SHARETHIS.addEntry({ title: "Anne’s Language Learning Tips", url: [...]

Ciao credo che sia importante imparare appunto come dei bimbi tutto cio’ che non si conosce e poi andare avanti ..che ne pensate..?

credo sia l’atteggiamento mentale giusto…

E un ottimo consiglio.

Penso l’importante sia la costanza e il divertimento nell’apprendimento.
Bisogna trovare delle attività divertenti, da fare un pò al giorno tutti i giorni.
Niente scorpacciate per intenderci.

E’ vero quello che dice. La cosa piu’ importante é sentirsi come un bebe che sta conoscendo un nuovo mondo. Lo sta comprendendo servendosi da un gioco. A volte si fa anche male ma non si ferma!

Non riesco a memorizzare, forse l’età. Tuttavia non mi scoraggio. Ora faccio una volata poi ripasso con particolare attenzione agli argomenti che più mi possono essere utili.
Trovo il metodo eccezionale, tuttavia la avrei necessità di sentire più volte (come per i vocaboli) la conversazione.

Purtroppo non ho occasione di praticare, ho trovato anche con le canzoni, che trovo efficai per memorizzare.
I consigli sono centrti in pieno spesso azzardo l’errore per memorizzare meglio.
OK tanti saluti
e Grazie.
Remo

Come l’ultimo commento di Remo, anch’io trovo difficoltà a memorizzare ; ho una certa età e questo certamente non mi aiuta ; senz’altro una mente giovane e fresca apprende meglio e più in fretta ; da quest’anno sto frequentando la università della terza età e sto cercando di imparare l’inglese . A scuola, purtroppo (dico purtroppo perchè l’inglese mi sarebbe servito di più !) , ho studiato francese . Mi accorgo che il metodo visivo mi aiuta più del-l’uditivo, perchè vedo come sono scritte le parole ; solo sentendo non riesco a capire bene ! Pazienza , ce la metterò tutta .- Cordiali saluti , Antonio

Si vede che ami le lingue, ami impararle e ami utilizzarle..devi essere una persona davvero interessante : )
Keep up the good work!

voglio inscrivermi per la lingua brasiliano-portoghese
Ora che faccio la pensionata e passo 5-6 mesi all’anno in Brasile vorrei impararlo bene. Penso che anch’io avrò difficoltà nel memorizzare, visto l’esperienza dell’anno scorso con l’inglese,ma sono sicura che con il vostro aiuto
riuscirò. saluti Jone

Mi sono piaciuti molto i consigli:io sono stato fidanzato anni fa con una ragazza svedese per quasi un anno,sono passati parecchi anni e l’inglese un po’ ..tanto l’ho dimenticato ma la voglia di cercare di impararlo bene non mi manca e con i tuoi preziosi consigli mi daranno la spinta giusta…grazie Fabrizio

mi piace molto questo metodo di studio è quello che cercavo. cosa mi consigliate se volessi imparare due lingue contemporaneamente grazie paolo

penso solo che mi diverto un sacco ad imparare lo spagnolo: ho imparato l’inglese a scuola e lo conosco e parlo bene, poi in maniera autodidatta ho iniziato a studiare francese, solo perchè sono innamorata della sua pronuncia… e poi quasi per caso, come le cose più belle della vita, è arrivato lo spagnolo… e babbele è ormai il mio più fedele alleato… e la prossima volta in terra spagnola sarà tutta un’altra storia…

GRAZIE, carissima Anne! – E poi: a) “Cosa mi aiuta?”
Sento un sacco di cose su WORDPROJECT(versione moderna), in tutte le lingue un po`vicine all`italiano. Prima capisco le parabole di Gesù, e presto quasi tutto il Nuovo Testamento. Un po`dopo anche le storie interessanti del Vecchio.

b) Avresti in mente qualche libro… tipo “Survival Italian
/ Italian in 20/-30 Days(HUEBER)/ Italian for Self Study …” ? Oppure anche qualcasa di simile per delle classi di 10 o 20 studenti che sanno l`inglese? Grazie mille, – ma anche per i tuoi “consigli di studio”!! Josef

Leave a Reply