The Babbel Blog

language learning in the digital age

I propositi per l’anno nuovo del 2015: tendenze internazionali, nuove entrate e le tentazioni di sempre

Posted on January 15, 2015 by

I propositi per l'anno nuovo

Bene, anche queste vacanze di Natale sono passate e ci hanno lasciato con una combinazione di buoni ricordi (si spera!), bei regali (nel caso migliore…) e vestiti improvvisamente troppo stretti (accidenti!). Se stai già facendo di sì con la testa, forse il perdere perso è tra i tuoi propositi per l’anno nuovo. Oppure hai deciso di mangiare più sano? Beh, dopo tutti i piatti di pasta fatta in casa e i panettoni che ancora pesano sullo stomaco come darti torto? Oppure è più importante per te avere più relax e meno stress nel 2015? Se ne hai voglia condividi con noi i tuoi propositi per l’anno nuovo nella sezione dei commenti.

In dicembre ti abbiamo raccontato “Perché imparare una nuova lingua dovrebbe essere il tuo proposito per l’anno nuovo”. Questo mese ci occupiamo dei propositi per l’anno nuovo in tutto il mondo e abbiamo chiesto a quasi 10.000 utenti di Babbel di raccontarci quali sono stati i loro. L’imparare una lingua è in testa alla classifica (che sorpresa…) in tutti i Paesi, con il 30% dei voti. Gli altri obiettivi variano di Paese in Paese. Vediamo come!

Paesi a confronto – chi è più sportivo, che mangia più sano e chi vuole semplicemente rilassarsi un po’ di più?

Il proposito in assoluto più popolare è sicuramente l’imparare una nuova lingua e questo è senz’altro musica per le nostre orecchie (ma diciamoci la verità, non è molto sorprendente visto che gli intervistati vanno già pazzi per le lingue). Ma quali sono gli altri propositi?

Per i nostri utenti americani il perdere peso è molto importante, seguito dal mangiare in modo più sano: addio quindi ad hamburger e a fast food e benvenute a insalate (senza condimenti strani però) e a centrifughe di verdura. L’anno della salute, insomma! Unica anomalia: l’essere più in forma non sembra includere il fare (più) sport…

Ma allora si tratta di una ricetta segreta anglosassone! Anche i nostri utenti inglesi infatti non sembrano minimamente interessati a fare più sport, ma l’essere in forma e il mangiare più sano sono tra gli obiettivi più votati per il 2015. Potrebbe dipendere dal fatto che il bere meno alcool li preoccupa già abbastanza: questa voce è stata segnata quasi il doppio rispetto agli altri Paesi intervistati. Magari siamo testimoni di una nuova moda: centrifughe al pub per il 2015?

La coppa “sportivo dell’anno” se la contendono a quanto sembra i nostri amici tedeschi e austriaci, che hanno messo il fare più sport al secondo posto della lista dei loro obiettivi.

E i Francesi? Beh, il troppo stress sembra essere un problema di molti utenti e il desiderio di maggiore tranquillità è al secondo posto della lista degli obiettivi per l’anno nuovo. Sarà per questo che il proposito di smettere di fumare è finito all’ultimo posto?

E gli italiani?

Come in tutti gli altri Paesi anche in Italia imparare una nuova lingua è il proposito numero uno. Anche qui però già al secondo posto troviamo il perdere peso, seguito dal fare più sport. Almeno fino a quando non si saprà se la ricetta anglosassone funziona…

Essere meno stressati segue a ruota, come per i francesi, e come loro, anche gli italiani non sembrano molto preoccupati di smettere di fumare. Solo il 3% ha deciso per sé questo obiettivo, così ricorrente negli anni passati. L’obiettivo meno “votato” di tutti è il bere meno. Il vecchio detto: “vino fa buon sangue” sembra essere ancora molto condiviso. E con i vini che ci sono in Italia, beh, come dargli torto?

Stufi di salute e di fitness? Ecco altre notizie:

Ci sono buone nuove per tutti gli intellettuali lì fuori (oltre all’imparare una nuova lingua, ovviamente):

a dispetto (o proprio grazie a) tutti i reality show, le gare di talento o i vari talk show del pomeriggio, sempre più persone hanno deciso di leggere di più nel 2015 e di spegnere la televisione.

Tutto bene, certo, ma… Chi riesce a raggiungere gli obiettivi che si era posto?

Beh, l’ottimismo è una qualità che non sembra mancare agli utenti di Babbel in tutto il mondo, specialmente in Austria: ben il 71% di loro hanno detto di essere riusciti a mantenere i propositi che si erano posti per l’anno precedente.

Gli italiani devono ancora darsi un po’ da fare: solo il 42% ha dichiarato di aver raggiunto gli obiettivi che si era posto. Ma coraggio! Siate ottimisti e pensate che se non ce l’avete fatta quest’anno ce la farete il prossimo: Capodanno arriva di sicuro!

Leave a Reply