The Babbel Blog

language learning in the digital age

Imparare in modo autonomo: scopri i metodi degli esperti di Babbel

Posted on July 4, 2017 by

Sara e Fidi, esperte di Babbel nell’apprendimento linguistico, ci svelano come orientarsi al meglio nella scelta tra una miriade di prodotti per imparare le lingue. Grazie ai loro consigli, scoprirai come immergerti in una nuova lingua comodamente da casa o mentre sei in giro, rendendo l’apprendimento parte integrante del tuo tempo libero. Perché, come dicono le nostre esperte: “L’importante è divertirsi!”.

Non esiste un metodo giusto o sbagliato, è la loro combinazione a fare la differenza

Senti che è finalmente arrivato il momento di raggiungere un obiettivo che hai in mente ormai da tempo, ovvero imparare una nuova lingua, ma ti trovi di fronte a un’offerta esorbitante: corsi di lingua, insegnanti privati, montagne di manuali e grammatiche, podcast, video-tutorial, app… la lista delle possibilità è infinita! Dunque, come fare la scelta giusta?

Abbiamo una buona notizia per te: non c’è un metodo giusto o sbagliato. Non limitarti a un solo  prodotto per l’apprendimento, il metodo miracoloso non esiste. Molto più efficace è, invece, provare diversi metodi didattici e prodotti per l’apprendimento linguistico e poi combinarli. Se, ad esempio, trovi i manuali troppo noiosi, desideri gestire l’apprendimento in qualsiasi luogo e la convenienza economica è per te un fattore decisivo, un’app come Babbel potrebbe essere un buon complemento al tuo percorso di apprendimento. Il vantaggio è che puoi decidere tu, in modo autonomo, quando, dove e come studiare. Hai solo bisogno di un dispositivo dotato di connessione internet per scaricare l’app e il gioco è fatto! È veramente così semplice? Sì e no.

Anche un’app ha i suoi limiti e il nostro compito è proprio quello di rendere la vita dei nostri utenti il più semplice possibile. Per questo abbiamo rinunciato a spiegazioni complicate e dense di termini tecnici della linguistica, optando piuttosto per vocaboli e temi adatti per parlare fin da subito. Le unità didattiche sono concepite come tasselli indipendenti adatti a essere integrati nella routine quotidiana.

Uno dei nostri approcci fondamentali è la didattica multicanale, ovvero l’apprendimento che impiega diversi canali, come la vista e l’udito, e attiva diverse abilità (l’ascolto, la produzione orale, etc.). Infatti, quando il nuovo input è associato al sapere pregresso ed elaborato attraverso diversi canali, nella mente dell’apprendente si sviluppa un maggior numero di associazioni e interconnessioni, che permettono un apprendimento di tipo individuale e danno la possibilità di richiamare alla memoria più velocemente ciò che si è imparato. Senza dimenticare l’importanza della ripetizione a intervalli regolari delle nuove informazioni, che facilita il consolidamento di ciò che si è appreso. Proprio perché è risaputo che non è sempre facile trovare il giusto equilibrio tra lo studio e la ripetizione, abbiamo deciso di aiutarti in questo processo. Il sistema di ripasso ti propone infatti la ripetizione a intervalli regolari delle regole e dei vocaboli appresi nelle lezioni che hai completato, per aiutarti a memorizzarli e a utilizzarli in maniera corretta. La ripetizione è uno dei cardini centrali per riuscire a imparare una nuova lingua.

Tutto è consentito (basta che diverta)

Scopri lo stile di apprendimento più adatto a te: in che situazione e per quanto tempo riesci a concentrarti meglio? Hai una memoria di tipo visivo o preferisci l’ascolto? Ti piace studiare in gruppo o preferiresti evitarlo?

Solo scoprendo cosa ti diverte maggiormente potrai scegliere i prodotti per l’apprendimento delle lingue che meglio si adattano al tuo stile. Stai studiando il francese perché ti piace trascorrere le vacanze in Francia e vorresti esprimerti con maggior sicurezza quando viaggi? Prima della prossima partenza potresti allenarti a parlare francese con qualcuno, ad esempio con un insegnante privato che ti può aiutare in base ai tuoi bisogni individuali. Se invece non vuoi spendere molti soldi ma desideri comunque migliorarti nella produzione orale, un tandem linguistico potrebbe fare al caso tuo.

L’ideale sarebbe immergersi  il più possibile nella lingua di studio ma, ovviamente, seguire un corso all’estero per facilitare la completa immersione nella nuova lingua non è un consiglio valido per chiunque: non tutti hanno il tempo per farlo, senza parlare poi dei costi da affrontare. Ci sono, però, altre possibilità per immergersi in una lingua senza doversi muovere da casa o pianificare ulteriormente il proprio tempo libero. Ti piacciono le serie televisive? Scegli una serie nella lingua che stai studiando e guardala con i sottotitoli. Così ti diverti, non rinunci al tuo relax e ti alleni all’ascolto. Questo è un buon metodo per interiorizzare la pronuncia, la melodia del parlato, per conoscere quelle particolarità di una lingua che non troveresti di certo in un manuale e per apprendere qualcosa sulla cultura di un paese. Questo vale anche per i libri, i podcast, le emissioni radio e  gli articoli di giornale in lingua originale.

Affrettati con lentezza: se ti piace leggere e hai appena iniziato a studiare il russo, non ti consigliamo di provare a leggere subito “Guerra e pace”. Inizia da semplici titoli di giornale. Pensa al modo più semplice di integrare lo studio della nuova lingua nel tuo tempo libero: vedrai crescere la tua motivazione e i progressi non tarderanno ad arrivare e a susseguirsi rapidamente! .

Noi a Babbel facciamo esattamente così! Oltre a usare la app di Babbel, frequentiamo corsi in presenza, viaggiamo molto, guardiamo film e ascoltiamo musica in lingua originale. Alle nostre serate poliglotte di karaoke cantiamo persino in diverse lingue straniere: divertentissimo per noi, un po’ meno per chi ci ascolta! Chi di noi invece non ama il karaoke si esercita regolarmente con parlanti madrelingua qui a Berlino perché, come in tutte le cose, anche per lo studio delle lingue vale il detto: l’esercizio è un buon maestro!

Leave a Reply