The Babbel Blog

language learning in the digital age

Ritratto: Laura dalla Scozia impara il portoghese per amore

Posted on September 11, 2015 by

ritratto

Ecco un’altra puntata della nostra serie di ritratti. Questa volta ci occupiamo di Laura Watts, una studentessa di Glasgow che ha imparato il portoghese del Brasile con Babbel per amore del suo fidanzato Bruno. La storia di Laura ci è piaciuta così tanto che per una volta abbiamo deciso di cambiare formato. Qui di seguito trovate l’intervista in cui Laura ci racconta di come ha imparato una lingua per amore.

 

Babbel: Avevi mai pensato di imparare il portoghese brasiliano prima di incontrare Bruno?

Laura: No. Non ero mai entrata in contatto con questa lingua in precedenza, se facciamo eccezione per dei musicisti famosi di samba che avevo sentito alla radio.

 

Prima di cominciare ad uscire insieme ci eravamo solo scambiati un paio di battute. Bruno mi insegnava il portoghese e io lo scozzese e ci divertivamo molto a sentire come stavamo torturando le rispettive lingue con i nostri accenti.

 

E come vi siete conosciuti? Come mai hai cominciato a imparare la sua lingua?

Il primo giorno all’università ero nervosissima. L’ansia e l’eccitazione mi stringevano lo stomaco ed ero talmente immersa nei miei pensieri che gli sono passata vicino quasi senza vederlo. Lui mi ha sorriso e si è presentato in perfetto inglese: le ginocchia mi tremavano e ho cominciato a ridacchiare come una ragazzina.

 

Abbiamo scoperto di abitare nello stesso appartamento nella casa dello studente e abbiamo così trascorso una notte imparando a conoscerci e bevendo caffè, mentre ero occupata a trasferire le mie cose. Siamo diventati amici molto in fretta e abbiamo cominciato a passare molto tempo insieme, andando a pranzo o esplorando i dintorni. Bruno si era iscritto a Glasgow ad un anno di  ingegneria civile e la sua intelligenza e il suo acume trasparivano nonostante le barriere linguistiche. Per quanto fosse in grado di parlare l’inglese in modo praticamente perfetto, l’accento scozzese è davvero difficile da capire!

Lo trovavo bello da morire ma non volevo forzare le cose perché ci stavo troppo bene insieme e avevo paura di rovinare tutto. È stato solo a Natale, quattro mesi più tardi, che ci siamo scambiati un bacio dopo una lunghissima passeggiata nella mia città. Nei mesi che sono seguiti ci siamo avvicinati sempre di più ma io sapevo che avrebbe lasciato la Scozia dopo un anno e avevo paura di innamorarmi troppo.

 

Ma è stato tutto inutile: quando è arrivata l’estate eravamo ormai entrambi completamente persi l’uno dell’altra. Lo amavo e non ho esitato un secondo quando mi ha chiesto di continuare a stare insieme anche dopo la sua partenza. Non mi sarei mai immaginata di poter avere una storia a distanza ma i sentimenti che si affollavano nel mio petto quando ha preso l’aereo sono stati sufficienti a farmi decidere.

 

E così, cinque mesi più tardi, mi sono trovata a viaggiare nell’assolato Brasile con l’amore della mia vita al mio fianco. Quasi nessuno parlava inglese nella sua famiglia;  ho cominciato così a imparare velocemente il portoghese per poter comunicare meglio con loro. Sono stati molto gentili con me, si sono veramente impegnati per conoscermi meglio e questo è stato importantissimo per me. Ora Bruno sta per venirmi a trovare e non potrei essere più felice.

 

Cosa ne pensa Bruno del fatto che stai imparando la sua lingua?

Si illumina ogni volta che parlo in portoghese. Ha detto che non vede l’ora di fare una vera conversazione con me. Le sue parole sono state: “Finora hai conosciuto la parte di me che posso esprimere attraverso una lingua che non è quella che ho in testa. Quando potrai sentire le mie parole, senza filtri, allora potrai conoscere il vero me.”

 

Come hai imparato?

Ho cominciato con dei video su YouTube: è stato un buon modo per entrare a contatto con la lingua. Ho inoltre frequentato un corso alla mia università ad inizio anno e questo mi ha aiutato a capire le regole base della grammatica. Dopo essere andata in Brasile in vacanza ho deciso di acquistare un abbonamento di un anno con Babbel. Faccio pratica sullo smartphone e accompagno lo studio con video e libri.

 

Non mi sento ancora molto sicura quando parlo (mi rendo conto di avere un forte accento) ma il sostegno di Bruno è sufficiente per farmi andare avanti. Gli scambi linguistici sono un aiuto prezioso quando si impara una lingua e parlare con un madrelingua ti farà imparare, oltre alla grammatica standard, anche modi di dire ed espressioni colloquiali.

 

Ti sei imbattuta in parole o concetti particolarmente ostici?

Ho commesso inizialmente degli errori molto comuni, come la prima volta che mi sono rivolta ad un venditore di strada e ho chiesto dell’água de cocô gelada. Pensavo di aver chiesto dell’acqua di cocco fredda ma ho messo l’accento sulla sillaba sbagliata di coco e ho ordinato dell’acqua… di cacca!

 

Errori che possono capitare a tutti, no…? Immagino quindi che tu non veda l’ora di migliorare il tuo portoghese!

Eh sì! Al momento ho molto da fare per il mio esame finale e non riesco a trovare veramente il tempo per immergermi completamente nella lingua. Non vedo l’ora di aver passato gli esami così da potermi dedicare completamente a imparare il portoghese.

 

Grazie Laura e in bocca al lupo con l’apprendimento del portoghese!

 

 

Leave a Reply