The Babbel Blog

language learning in the digital age

“Riempitivi e interiezioni”: il trampolino di lancio verso la piena padronanza linguistica

Posted on December 8, 2017 by

Megan lavora nel team di Public Relations di Babbel. In questo articolo ci propone le sue riflessioni sulle difficoltà legate all’uso di riempitivi e interiezioni in una nuova lingua e su come l’immersione in un dialogo reale sia essenziale durante il processo di apprendimento.

 

Réfugiés

Le parole usate con la funzione di riempitivi e interiezioni, anche se essenziali in ogni lingua, sono quasi sempre assenti dal curriculum tradizionale delle competenze linguistiche. Sapere però quando usare in inglese parole che danno diverse sfumature di significato a un discorso, come “umm”, “er” o “yippie”, fa la vera differenza tra un turista imbranato e un astuto linguista.

Qual è il metodo migliore per imparare i riempitivi e le interiezioni? La risposta è semplice: chiacchierare con i madrelingua! Esporsi a conversazioni reali assicura l’apprendimento della pragmatica linguistica (presente in maniera solo limitata nei libri di testo), come gli usi colloquiali, l’ironia e l’enfasi, tipici della lingua parlata e disseminati nelle conversazioni.   

(more…)

Fantasmi e spiriti da tutto il mondo: la celebrazione dei defunti in diverse culture

Posted on October 26, 2017 by

Megan si è unita al nostro team di Pubbliche Relazioni quest’estate. Nel post di oggi  condivide le tradizioni di Halloween conosciute durante sua infanzia nelle campagne del Somerset, in Inghilterra. Ma non si è fermata qui: i suoi colleghi da Babbel gliene hanno raccontate altre, provenienti da molti altri paesi del mondo, e Megan ha deciso di raccoglierle per noi.

 

Traduzione libera: Sorgete di nuovo, invisibili spiriti millenari. Voci e sussurri tra gli alberi: Halloween è arrivato

Dexter Kozen

 

 

Demoni e streghe, pipistrelli e gatti neri, dolcetti, scherzetti e zucche: non c’è dubbio, Halloween si avvicina. La festa di Hallows-Eve trae origine dall’antico Capodanno celtico, Samhain – SOW-i, (risalente con probabilità al periodo tra il 3350 e il 2800 a.C.), ed è la festa dedicata ai morti per definizione. I Celti erano convinti che, la notte del 31 ottobre, gli spiriti dei defunti facessero ritorno sulla Terra. Da allora, in quella ricorrenza la gente si è radunata per accendere falò e partecipare a rituali e banchetti, nella speranza di placare gli spiriti maligni e garantire protezione alle proprie famiglie durante l’inverno.

(more…)

Come si diventa esperti di didattica delle lingue da Babbel?

Posted on August 9, 2017 by

esperti di didattica delle lingue

 

 

Christina (il secondo da destra) lavora da più di tre anni nel dipartimento di Didactics di Babbel, dove guida un team di esperti di didattica delle lingue. Insieme producono e coordinano la creazione dei corsi e lavorano a nuove idee per l’app di Babbel. Recentemente, durante un incontro con alcuni studenti, Christina ha illustrato quali sono le opportunità di carriera per un esperto di didattica delle lingue. Abbiamo colto l’occasione per farle alcune domande in merito.

 

(more…)

Insegnare lo svedese da Babbel, con Babbel

Posted on August 1, 2017 by

 

 

Elin, originaria della Svezia, è project manager per lo svedese nel team di Didactics di Babbel, gli esperti di lingua che creano e perfezionano le nostre lezioni. Appassionata di lingue e poliglotta, si diletta nel comprendere e districare le complessità legate all’apprendimento delle lingue. In questo post ci parla di come ha usato un metodo misto per insegnare la sua madrelingua ai colleghi di Babbel.

 

(more…)

Babbel impara dai suoi utenti

Posted on May 29, 2017 by

DSC_0012

 

 

 

 

 

Nel secondo post di una serie dedicata a spiegare perché Babbel venga definita un’azienda per l’apprendimento, due esperti del nostro team ci raccontano del contributo essenziale degli utenti per il perfezionamento dei nostri corsi.

 

 

(more…)

L’impegno del team di Babbel nel tradurre i contenuti dell’Archivio della Resistenza Europea

Posted on May 22, 2017 by

olly ERA Translation Workshop 2017

Olly, tra i primissimi ad arrivare, lavora da 9 anni come programmatore da Babbel. Per molto tempo, all’interno del team di Engineering, si è occupato in prima linea dei servizi di backend, ovvero di tutti gli aspetti tecnici non visibili agli utenti di Babbel che vengono svolti dietro le quinte. Attualmente è Technical Lead del team “New Business Initiatives“.

In questo articolo ci racconta del suo impegno per sviluppare l’Archivio della Resistenza Europea e di come la sua esperienza da Babbel l’abbia aiutato a realizzare questo progetto.

(more…)

L’impegno del team di Babbel nel tradurre i contenuti dell’Archivio della Resistenza Europea

Posted on by

olly ERA Translation Workshop 2017

Olly, tra i primissimi ad arrivare, lavora da 9 anni come programmatore da Babbel. Per molto tempo, all’interno del team di Engineering, si è occupato in prima linea dei servizi di backend, ovvero di tutti gli aspetti tecnici non visibili agli utenti di Babbel che vengono svolti dietro le quinte. Attualmente è Technical Lead del team “New Business Initiatives“.

In questo articolo ci racconta del suo impegno per sviluppare l’Archivio della Resistenza Europea e di come la sua esperienza da Babbel l’abbia aiutato a realizzare questo progetto.

(more…)

Da Babbel s’impara facendo

Posted on March 10, 2017 by

learn-by-doing

Babbel è un’azienda sviluppata attorno all’apprendimento, non solo degli utenti ma anche dei propri dipendenti. Siamo convinti che chiunque possa imparare una seconda, terza o anche quarta lingua, per questo passiamo le nostre giornate a perfezionare i nostri corsi al fine di garantire un approccio didattico più comunicativo, efficace e motivante. Noi stessi impariamo ogni giorno come farlo al meglio.

(more…)

Ritratto: visitare 100 Paesi in soli dieci anni e imparare dieci lingue diverse. Ecco come Stephan è riuscito a realizzare il suo sogno

Posted on January 16, 2017 by

Lenin

Ecco una nuova puntata della nostra serie di ritratti degli utenti di Babbel: scorci delle loro vite e dei motivi per cui hanno deciso di imparare una nuova lingua. Se anche tu vuoi condividere la tua storia con noi e con altri lettori del nostro blog, lascia un commento qui sotto.

Dopo essersi laureato in economia aziendale, l’allora ventiquattrenne tedesco Stephan ha preso una decisione un po’ folle: viaggiare per un periodo di dieci anni in 100 Paesi differenti, imparando ben dieci lingue diverse. Ora, a 35 anni, ci racconta di come sia riuscito a realizzare il suo sogno.

(more…)

Ritratto: un esempio a conferma che “non è mai troppo tardi per imparare”

Posted on December 5, 2016 by

Hans

Ecco una nuova puntata della nostra serie di ritratti degli utenti di Babbel: scorci delle loro vite e dei motivi per cui hanno deciso di imparare una nuova lingua. Se anche tu vuoi condividere la tua storia con noi e con altri lettori del nostro blog, lascia un commento qui sotto.

 

“Mia moglie è morta nel 2009. Eravamo sposati da 35 anni. Conosceva bene il francese e l’italiano e quando parlava con qualcuno in una di quelle lingue, mi sentivo sempre un po’ stupido a non capire nulla. Ho fatto molti viaggi all’estero, ma me l’ero sempre cavata bene solo con l’inglese. Per colmare il vuoto da lei lasciato e per superare quella sensazione di inadeguatezza per non essere mai stato in grado d’imparare altre lingue in tutti quegli anni insieme, ho deciso di iniziare a studiare il francese e l’italiano con Babbel. 67 anni, forse, non è l’età migliore  per iniziare qualcosa di nuovo; tuttavia nel mio caso il detto “non è mai troppo tardi per imparare” si è rivelato del tutto veritiero.”

(more…)